Giornate Nazionali dei Castelli – edizione 2024

XXV edizione - Sabato 11 e Domenica 12 maggio 2024

Nel 2024 la onlus Istituto Italiano Castelli compie 60 anni

L’Istituto Italiano Castelli, onlus a carattere scientifico fondata da Piero Gazzola nel 1964, annuncia le date e le prime 20 destinazioni della XXV edizione delle Giornate Nazionali dei Castelli. Nel weekend dell’11 e 12 maggio 2024, visite guidate gratuite in 8 castelli, 8 città e borghi, 1 arcipelago, tre forti che hanno trovato una nuova vita e destinazione.

Saranno successivamente annunciati online sul nuovo sito della onlus www.istitutoitalianocastelli.it itinerari culturali appositamente ideati dagli studiosi della onlus e ulteriori architetture fortificate che completeranno il già ricchissimo parterre di visite guidate e aperture straordinarie delle Giornate Nazionali dei Castelli 2024.

Tutto l’anno i follower che seguono online i canali social nazionali e regionali di IIC, apprendono delle tante iniziative (tra corsi, viaggi e conferenze) e di nuove idee di visita grazie alla seguita rubrica ‘un castello al giorno’ che permette di programmare quale castello scoprire in autonomia sia in Italia che all’estero in ogni momento.

Il 2024 reca un anniversario speciale per questa iniziativa corale che unisce il paese senza distinzione tra grandi attrattori culturali turistici e territori meno noti: la onlus milanese compie 60 anni di attività e la speciale ricorrenza darà vita ad un altro calendario di eventi in tutte le regioni italiane dove l’Istituto ha una sede sin dalla sua nascita.

Castello di Taormina o del Monte Tauro (ME)

In Sicilia protagonista domenica 12 maggio dalle 9 alle 20 il castello di Taormina o del Monte Tauro, la cui prima pietra risale al X secolo.

Chiuso per circa trent’anni, nel recente passato è stato oggetto di un accurato e indispensabile intervento di restauro e adeguamento funzionale realizzato dalla Soprintendenza per i Beni Culturali e Ambientali di Messina che, insieme ai lavori di messa in sicurezza della scalinata d’accesso, della parete rocciosa limitrofa e della realizzazione dell’illuminazione dell’area, ne hanno consentito la riapertura e la libera fruizione, anche notturna, come polo culturale.

Ubicato in posizione preminente rispetto alla sottostante città di Taormina, sin dalla sua origine ha rappresentato un punto di guardia e di controllo del passo tra la valle del fiume Alcantara e il mare Jonio.

In sinergia con il sovrastante Castello di Mola e le fortificazioni urbane di Taormina, delle quali oggi rimangono Porta Messina sul lato nord, Porta Catania sul lato sud e la intermedia, ricostruita, Torre dell’Orologio, la fortezza ha risposto, nel corso della storia, alle esigenze di difesa degli abitanti insediati.

Da esso si gode un panorama mozzafiato a 360°. A nord lo Stretto di Messina, a sud la valle del fiume Alcantara e le pendici dell’Etna, sullo sfondo la città di Catania, e ancora, a ovest i monti Peloritani.

La bellezza ed il mistero che il Castello di Taormina promana non passano inosservati a chi lo ammira e ciò che più colpisce è l’equilibrio tra l’ambiente naturale e quello antropizzato dall’uomo nei secoli. In un caleidoscopio di paesaggi unici come pochi al mondo.

Il complesso monumentale sorge sul Monte Tauro a 396 m. s.l.m., dov’era l’acropoli greca. Fondato dagli Arabi nel 902 e per questo detto “saraceno”, faceva parte del sistema di fortificazioni costruite in tutta la Sicilia in punti naturalmente strategici. Al castello si accede attraverso una scalinata intagliata nella roccia, che partendo dalla suggestiva chiesetta della Madonna della Rocca si inerpica fino a raggiungere la porta, a sua volta preceduta da un avancorpo scoperto e presidiato da camminamenti di ronda, ha forma trapezoidale con un imponente mastio. Sul lato sud si erge, su un’alta scarpata, una torre con la garitta per la sentinella e la campana d’allarme.

Visita guidata del Castello di Taormina o del Monte Tauro

Convegno: A sessant’anni dell’attività avviata da Piero Gazzola l’IIC guarda al futuro. L’esperienza siciliana.

Partner dell’iniziativa:

  • Comune di Taormina;
  • Parco archeologico Naxos Taormina;
  • Soprintendenza
  • BCA di Messina;
  • Società Centomedia&lode.

A breve verrà pubblicato il programma della giornata.

Altre iniziative della Sezione Sicilia in occasione del 60° anniversario dell’Istituto Italiano Castelli

Logo-Anniversario-60
Viaggio Studio – 13-16 Giugno 2024 – Isola di Pantelleria (TP)
Tema del Viaggio-Studio: Strutture fortificate nell’isola di Pantelleria. Dalla Preistoria all’ultimo conflitto bellico.

Partner dell’iniziativa:

  • Comune di Pantelleria – Assessorato alla Cultura.
  • Aeronautica Militare
  • Comando di Pantelleria.

Attività previste: visite guidate alle strutture fortificate dell’isola, tra le quali: il Muro alto del villaggio di Mursia (Età del Bronzo); le fortificazioni dell’Acropoli di San Marco (Età classica);
il Castello Barbacane (medievale); l’aviorimessa protetta – Hangar Nervi (seconda guerra mondiale).

In occasione del 60° consegna da parte della Sezione Sicilia all’Aeronautica Militare del plastico architettonico dell’aviorimessa protetta di Pantelleria, conosciuta come Hangar Nervi. Scala 1:300.

Giornata di Studi Conoscenza, conservazione e valorizzazione del patrimonio castellano in Sicilia – Palermo 08-10 marzo 2024

A latere mostra delle tesi di laurea sull’architettura castellana.

In collaborazione con: Universita’ degli Studi di Palermo –  Dipartimento di Architettura.

Per informazioni:

  • Avv. Orsola Sedati cell. +39 345 2363522
  • Arch. Fulvia Caffo, referente GNC 2023, cell. +39 334 6040589 fulviacaffo@gmail.com
  • IIC Sezione Sicilia (aperta il martedì dalle 16.00 alle 19.00) 095 504929, cell. 366 4557329

Email per prenotazioni: eventi.castellodiserravalle@gmail.com

Sito internet e Social:

Programma GNC 2024

SABATO 13 e DOMENICA 14 MAGGIOCastello Branciforti – Raccuja

SABATO 16 SETTEMBRE – Inaugurazione della mostra “1998-2018 Venti anni del Premio nazionale di laurea Salvatore Boscarino”, Università di Messina

DOMENICA 17 SETTEMBRE – Castello Branciforti – Raccuja “Festa della NOCCIOLA”

PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GIORNATA DEL 13 E 14 MAGGIO, E PERNOTTAMENTO IN AGRITURISMO “PONTE DUE ARCHI”, COLAZIONE PRESSO “L’OSTERIA DEL MAIALE NERO” DI FRANCO BORRELLO ED ESCURSIONI (CHE SI TERRANNO DOMENICA MATTINA), PRENOTARSI DALL’1 AL 10 MAGGIO.

AGRITURISMO PONTE DEI DUE ARCHI c/da GRIDA’, 98067 RACCUJA (ME) – cell. 328 718265

FATTORIA BORRELLO, OSTERIA DEL MAIALE NERO c/da BOSCO 98067 RACCUJA (ME) – cell. 389 1085944

Contatti

  • Michaela Marullo Stagno d’Alcontres – 335 6116853 – mh.stagnodalcontres@gmail.com
  • Rosita D’Arrigo – 090/360002
  • Maria Melia – 340 3543523 – maria.melia437@gmail.com

Sito Web e canali social